blank

Uno degli strumenti bancari di maggiore importanza per ogni utente al giorno d’oggi è senza ombra di dubbio il suo conto corrente, esso infatti come tale è indispensabile per accedere a un innumerevole quantità di servizi tutti accomunati ovviamente dei movimenti di denaro, tramite il conto infatti è possibile ricevere o inviare pagamenti ma anche richiedere i finanziamenti e mutui.

La maggior parte degli utenti però adopera il proprio conto in modo molto più semplice ovvero come deposito ove versare i propri risparmi, magari anche quelli di una vita, cercando di metterli al riparo dai classici furti d’appartamento senza sapere però che così facendo si espongono ad altri tipi di pericoli quelli digitali.

Questi pericoli al giorno d’oggi prendono forma in mail o sms di phishing pensati per portare l’utente a consegnare involontariamente con le proprie mani le credenziali di accesso alla piattaforma Internet Banking, con conseguenza molto pesanti.

 

Phishing BNL

blank

In questo caso l’attacco phishing prende corpo in un SMS spacciato indebitamente per una comunicazione BNL che avvisa l’utente di un blocco del proprio conto corrente, con l’invito a procedere allo sblocco cliccando su un apposito link presente poco dopo.

Ovviamente il modus operandi caratteristico del phishing è a dir poco evidente, infatti quel link rimanda ad una falsa area di accesso della banca dove i vostri dati non appena digitati verrebbero immediatamente copiati e spediti agli hacker, con ovvi esiti infausti per i vostri risparmi.

Il consiglio è sempre quello di avere occhio scettico e di non dare troppa retta a questo tipo di messaggi, dal momento che le banche non usano banali SMS per comunicare.