bollo auto

Molti cittadini dovranno a breve regolamentare il pagamento del bollo auto. Rispetto allo scorso anno, anche in coincidenza della flessibilità tributaria in tempi pandemici, i termini dei pagamenti in molte regioni risultano estesi ben oltre le date prestabilite. Inoltre, per molti cittadini sono previsti anche incentivi ovvero la completa esenzione della tassa.

 

Bollo auto e RCA, costi delle tasse in ribasso per milioni di cittadini

Tanti cittadini possono richiedere la completa esenzione del bollo auto. Da quanto stabilito nella Legge di Bilancio, la platea di italiani che ha diritto al mancato versamento del tributo prevede delle specifiche categorie.

In linea con i provvedimenti già adottati nel 2020, non è previsto pagamento del bollo auto per tutti i proprietari di veicoli che risultano diversamente abili o anche invalidi civili ai sensi della legge 104/92.

A differenza del 2020, invece, una nuova categoria è stata aggiunta a coloro che possono richiedere la completa esenzione del bollo: i possessori di auto ecologiche. Chi ha acquistato negli ultimi tre anni – il periodo comprende sia il 2021 che il biennio 2019/2020 –  vetture elettriche o ibride avrà diritto al mancato pagamento del tributo.

In aggiunta al mancato pagamento della tassa di possesso, previsti anche ulteriori incentivi per i possessori di auto ecologiche. Per costoro vi è infatti la possibilità anche di uno sconto netto sul pagamento dell’assicurazione RCA. Gli sconti sull’RCA variano in base alla propria compagnia assicuratrice.

Per richiedere l’esenzione del bollo auto, tutti i cittadini idonei devono recarsi in uno degli addetti uffici regionali o presso gli uffici ACI del proprio territorio