Quante volte capita di essere in videochiamata e avere la batteria scarica? Che sia per lavoro o durante una lezione a scuola, o semplicemente mentre parliamo con amici e familiari, sarà capitato a tutti almeno una volta. Google Meet aiuterà i suoi utenti a preservare lo stato della batteria con una nuova funzione.

Soprattutto in questo periodo le videochiamate sono diventate il modo principale in cui comunichiamo. Google Meet è sicuramente tra le app più utilizzate insieme a Zoom e Teams. L’azienda ha già lanciato diverse funzionalità questo mese: le FAQ (domande e risposte), la possibilità di rispondere ai sondaggi (su Android) o di interrompere le riunioni per tutti i partecipanti (su iOS). Alcune funzioni, invece, sono mirate a potenziare la nostra sicurezza online. La funzione per eccellenza è proprio Meet Saver, che salverà la nostra batteria quando è troppo scarica.

Google Meet: arriva Saver, la funzione che allunga la durata della tua batteria

Probabilmente è quasi automatico pensare “A cosa serve una funzione del genere? Basterà collegare la presa e ricaricare il dispositivo”. Non sempre è possibile, ad esempio durante un’interrogazione, un esame, un’importante riunione con i propri colleghi, e così via. Inoltre, preservare la durate della batteria aiuta anche la batteria stessa a non scaricarsi in fretta durante le videochiamate. Ogni batteria è destinata a deteriorarsi e ha un ciclo di vita ben preciso, dunque evitare di scaricarla eccessivamente – quando e se possibile – è un vantaggio su più fronti.

L’azienda ha lanciato la nuova modalità di risparmio energetico per limitare la potenza di elaborazione e la quantità di dati consumati da Google Meet. La funzionalità è attualmente in fase di lancio, quindi potrebbe non essere ancora disponibile. Questa nuova funzione ha le sembianze di un interruttore e potrai trovarla direttamente nelle impostazioni dell’app. Attivala prima di una videochiamata e sarai in grado di restare collegato più a lungo.