android-xiaomi-aggiornamento-smartphone-miui

Quando si parla di aggiornamenti Android, ogni OEM fa un po’ come vuole. C’è chi ci mette poco e c’è chi ci mette tanto. Una volta valeva la scusa dell’interfaccia utente personalizzata, ma guardando come si muove ora Samsung non conta più. La difficoltà varia anche a seconda della versione dell’OS e per Xiaomi quest’ultima è diventata un grattacapo.

Adattare Xiaomi 11 a MIUI 12.5 è molto complicato, queste le parole di Xiaomi. Negli anni passati non hanno mai dovuto fare fatica, ma la colpa è anche loro. L’aggiornamento di MIUI dell’anno scorso è stata quella con il cambio più radicale di tutti.

 

Android 11: le difficoltà per Xiaomi nell’aggiornamento

Le parole dette direttamente da Xiaomi: “Quindi per un bel po’ di tempo, il team ha lavorato duramente per ottimizzare e riparare, compreso l’adattamento a strati per diversi modelli di prestazioni. Sebbene vediamo un aumento significativo della qualità della versione ogni settimana, questo processo comporta ancora alcune sfide. Vogliamo anche chiedere a tutti di capire che la stabilità della versione è la cosa più importante su cui stiamo attualmente investendo. Vedrete cambiamenti percettibili nella prossima release.”

Per far funzionare a dovere l’interfaccia MIUI con Android 11 c’è bisogno di lavorare come non mai sull’ottimizzazione di ogni singolo aspetto, dai driver al software di base. Ci sono poi molti aspetti specifici su concentrarsi come il consumo di energia. Questo è ovviamente un problema per Xiaomi visto che fa sostanzialmente brutta figura. Basti pensare alla presentazione dei Mi 11 Pro e dei Mi 11 Ultra senza la suddetta versione.