Nasa

Chi l’avrebbe mai detto che anche nell’Universo sanno cantare, tra l’altro anche molto bene. È arrivata la compilation dei suoni dallo Spazio. La Nasa, grazie ad una tecnologia ai raggi X e altri telescopi spaziali, è riuscita a registrare la “voce” canora di stelle, galassie e buchi neri. Ascoltare questa musica regala emozioni sensazionali.

Sono tre i video pubblicati dalla Nasa che permettono di restituire sensazioni mai provate prima. Unire gli elementi dell’universo e dargli voce è incredibile. Ecco tutti e tre i video e una breve descrizione da leggere prima di ascoltare.

 

Sulle note a raggi X la Nasa fa cantare stelle, galassie e buchi neri

È stato grazie all’osservatorio a raggi X Chandra insieme a Hubble e Spitzer i due telescopi a infrarossi che la Nasa è riuscita a far cantare stelle, galassie e buchi neri sulle note a raggi X.

La raccolta di questi dati è stata convertita dall’Agenzia Spaziale Americana in note musicali che hanno prodotto un risultato davvero emozionante. Così lo hanno spiegato i ricercatori della Nasa: “Senza modificare il contenuto originale dei dati è possibile convertirli in una nuova forma che chiunque possa anche ascoltare, oltre che vedere“.

Il primo video è il risultato della scansione a raggi X di galassie e buchi neri enormi che stanno al centro delle galassie. Sono tanti puntini colorati che differiscono per toni musicali e intensità differenti.

Il secondo video invece permette di ascoltare la meravigliosa voce intonata della nebulosa Occhio di Gatto. Fa parte della costellazione del Dragone e la Nasa è riuscita a registrarla anche se dista 3.300 anni luce.

Il terzo video invece riguarda un oggetto astronomico che la Nasa ha recuperato a circa 31 milioni di anni luce. Si trova nella costellazione dei Cani da Caccia e abbraccia ben due galassie. L’oggetto in questione si chiama Messier 51. Ecco il video emozionante.

Insomma un ascolto sicuramente inusuale. Sono suoni a cui forse nessuno è abituato, ma l’idea di poter ascoltare la musicalità di ciò che appartiene all’Universo è davvero incredibile. Brava Nasa, la Luna ti aspetta e anche in quel caso sarai capace di emozionare l’intera popolazione mondiale.

 

VIAVia