WhatsApp: truffa ruba-account, la Polizia di Stato avvisa gli utenti

Le antenne devono essere sempre dritte soprattutto quando ci si rapporta al web. Purtroppo anche WhatsApp e tante altre applicazioni utilizzate generalmente dal pubblico mondiale, possono essere soggette ad incursioni da parte di alcune truffe.

Spesso questi arrivano mediante la chat, sottoforma di messaggi ben elaborati che fingono di arrivare magari dalle aziende in questione. Ora però la situazione sarebbe diversa e riguarderebbe molto da vicino proprio WhatsApp, soprattutto nella sua versione dedicata al desktop meglio conosciuta come WhatsApp Web. Gli utenti infatti dovranno stare attenti in fase di accesso a non concedere il proprio codice di verifica ai truffatori. È stato segnalato più volte infatti che diverse persone avrebbero perso il controllo del proprio account in seguito ad un messaggio molto strano. Questo, mandato dei truffatori ma che fingerebbe di provenire da WhatsApp, inviterebbe le persone a fornire il codice di verifica. Facendo questo, ecco che il controllo dell’account passerà nelle mani dei truffatori.

 

WhatsApp: rischio furto per gli utenti e per il loro account, il comunicato della Polizia di Stato

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”