banche

Il mercato bancario italiano continua a reggere il colpo nonostante l’emergenza Covid. A svelarlo è il recente report complicato dalla nota Deutsche Bank, che ha scelto tre banche italiane come le migliori per il 2021.

Nella classifica sono state inserite Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Banca Popolare di Sondrio. Le banche sono state scelte per via delle condizioni favorevoli legate alle operazioni di fusione e acquisizione e i crediti detoriati. Ecco quello che c’è da sapere.

 

Deutsche Bank sceglie tre banche italiane per il 2021

Mediobanca è posizionata in cima alla lista ed è favorita grazie alla flessibilità di regolamentazione sulle riserve di capitale, a una posizione patrimoniale solida e un aspetto commerciale ottimale.

Buone notizie anche sul fronte Banca Popolare di Sondrio, che ha segnato un +103,9% a inizio anno.

Considerata una scelta top per via di un appeal speculativo e di un business diversificato. Caratteristiche che le hanno consentito di battere lo spread e mantenere un trend positivo.

Il Consiglio di Stato, inoltre, dovrà confermare o meno quella normativa che ha fissato al 31 dicembre la data ultima per trasformarla in Spa.

Intesa Sanpaolo, infine, ha registrato un aumento del 55,4% rispetto al 2020. La qualità più apprezzata dal banca tedesca è stata quella di passare a un interim dividendo, considerato un vero e proprio punto di svolta.

Deutsche Bank ha deciso di puntare sul mercato bancario italiano

Nel report, in ogni caso, Deutsche Bank ha raccomandato agli investitori di continuare a utilizzare un approccio selettivo, prediligendo le banche con una generazione di reddito da commissioni strutturalmente forte derivante da un business mix molto diversificato.

Andrebbero preferiti, inoltre, tutti quei complessi bancari che presentano una forte generazione di reddito da commissioni, track record superiori in termini di qualità degli attivi e solide posizioni patrimoniali.

Insomma, il tema delle banche italiane rimane ancora oggi un argomento spinoso, ma il report di Deutsche Bank sembra aver dato buone linee guida per il futuro.