Prima guerra mondiale

Pochi sanno che oggi molti degli oggetti di uso quotidiano sono stanti inventati parecchi anni fa. Addirittura esistono 10 invenzioni nate nella Prima guerra mondiale che hanno cambiato la storia e la vita di tutti. Alcune furono introdotte con difficoltà sul mercato mentre oggi sono tra le più utilizzate. Ovviamente non si tratta di droni esagerati come DJI FPV, ma sono oggetti utili e ancora oggi sfruttati. Ecco quali sono.

 

Prima guerra mondiale: ecco le 10 invenzioni che fecero la storia

Una guerra non porta mai a buoni risultati. Infatti nella Prima guerra mondiale furono arruolati circa 60 milioni di uomini dei quali ben 9 milioni non tornarono più alle loro famiglie.

Tuttavia durante questo tragico periodo che vide per la prima volta le potenze mondiali scontrarsi in un conflitto, sono nate 10 invenzioni alcune delle quali ancora oggi utilizzate. Ecco quali sono.

  1. Gli assorbenti. Pochi sanno che nel 1914 Ernst Mahler e James Kimberly, della piccola azienda americana Kimberly-Clark, scoprirono in Europa un materiale molto più assorbente ed economico del cotone. Una volta scoppiata la Prima guerra mondiale il Cellucotton, nome dato a questo materiale, l’esercito lo acquistava per utilizzarlo negli ospedali militari. Nel frattempo le infermiere cominciarono a servirsene come assorbenti. Terminata la guerra la Kimberly-Clark perfezionò il prodotto e mise sul mercato i Kotex i primi assorbenti. Tuttavia all’inizio fecero fatica a decollare perché le signore si vergognavano ad acquistarli.
  2. I Kleenex. Nel 1920 Bert Fourness, dipendente della Kimberly-Clark, scoprì che stirando i fogli di Cellucotton si ottenevano dei fazzoletti resistenti, ma allo stesso tempo così morbidi da poterli utilizzare per il naso.
  3. Le bustine del té. Questa non fu un’invenzione propriamente nata durante la Prima guerra mondiale. Infatti fu un tedesco a rubare l’idea di un mercante di té americano realizzando bustine pratiche per fare il té sul fronte.
  4. L’orologio da polso. Nemmeno questa fu un’invenzione nata nella Prima guerra mondiale, ma a lei si deve la diffusione. Infatti furono proprio i soldati a “lanciare la moda” perché avevano bisogno di vedere l’ora in qualsiasi momento e in modo veloce e pratico.
  5. La radio sugli aerei. Nel 1916 l’esercito inglese riuscì a sfruttare la tecnologia della radio portandola sugli aerei riducendo anche le interferenze prodotte dal rumore dei motori.
  6. Le zip. Più comunemente dette cerniere lampo furono inventare durante la Prima guerra mondiale. Inizialmente usate per le uniformi e gli stivali dell’esercito americano, furono poi adottate nella produzione di abbigliamento civile per la loro praticità.
  7. L’acciaio inossidabile. Fu l’ingeniere Harry Brearley a scoprire che alcuni pezzi di acciaio a cui aveva aggiunto del cromo non arrugginivano. Da lì l’idea di usarlo per produrre le posate da cucina. Questa invenzione nacque dalla ricerca di un materiale che non facesse deformare le canne dei fucili dell’esercito inglese durante le lunghe sparatorie nella Prima guerra mondiale.
  8. L’ora legale. Fu Benjamin Franklin, nel 1784, a proporre di spostare le lancette avanti di un’ora per sfruttare la luce del sole nei mesi estivi risparmiando sulle candele. Il governo tedesco adottò questa idea quando, durante la Prima guerra mondiale, si trovò a corto di carbone.
  9. Le salsicce vegane. A causa della Prima guerra mondiale in Germania era diventato quasi impossibile trovare la carne. Essendo uno dei Paesi che consuma più salsicce, come sopperire a questo grave problema? Fu Konrad Adenauer, sindaco di Colonia, a inventare quelle di soia.
  10. Le lampade abbronzanti. Durante la Prima guerra mondiale questa invenzione non servì certo per donare un colore dorato alla pelle delle signore. Infatti Kurt Huldschinsky, un medico tedesco, scoprì che grazie alle lampade a raggi ultravioletti si ottenevano ottimi risultati nei bambini affetti da rachitismo.