Huawei, P50, HMS, GMS, P50 Pro, HarmonyOS, EMUI 11, render

C’è molta attesa per scoprire la nuova famiglia Huawei P50. Il produttore cinese ci ha abituato ogni anno ad alzare ulteriormente l’asticella delle performance fotografiche. Infatti, i top di gamma sono attesi come dei veri e propri camera-phone.

Inoltre, nel settore la concorrenza è molto agguerrita considerando l’accordo che OnePlus ha siglato con Hasselblad che in parte ricalca la partnership tra Huawei e Leica. Nonostante questo, i nuovi P50 sono attesi anche per un altro motivo.

La famiglia di flagship potrebbe portare al debutto HarmonyOS come sistema operativo mobile. Una nuova indiscrezione ha sollevato questa possibilità e si stanno moltiplicando i rumor a riguardo.

Huawei P50 sarà lo smartphone della svolta per il brand

Ricordiamo che HarmonyOS è conosciuto in Cina anche con il nome HongmengOS. Huawei ha sviluppato il proprio sistema operativo proprietario come risposta al Ban imposto dagli Stati Uniti. In questo modo il produttore ha sopperito all’impossibilità di usare i Google Mobile Services su Android.

L’azienda ha sviluppato i Huawei Mobile Services che permettono di far girare correttamente HarmonyOS sugli smartphone ma anche su tanti altri device. Infatti il sistema operativo è pensato per essere adattabile ad ogni tipo di dispositivo, dagli smartphone ai tablet passando per smartwatch, set-top-box, Smart TV e automobili.

Se l’indiscrezione dovesse essere confermata, Huawei P50 saranno i primi smartphone al mondo con HarmonyOS. In particolare sembra che gli sviluppatori stiano testando sui device la versione Beta 2 dell’OS e a breve avverrà il passaggio alla Beta 3.

Se i lavori dovessero procedere senza intoppi, i Huawei P50 verranno venduti direttamente con HarmonyOS preinstallato. Per i precedenti device dell’azienda invece il nuovo sistema operativo dovrebbe arrivare come aggiornamento di sistema sostituendo la EMUI 11 e Android 10.