Android truffa app

Gli smartphone Android sono ancora sotto attacco e la responsabilità principale è sempre legata al malware Joker. Anche in questi giorni, un gran numero di utenti in giro per il mondo ha contratto sul suo dispositivo il virus proveniente direttamente dal Google Play Store.

 

Android, credito residuo in perdita grazie al malware Joker

Dopo le prime segnalazioni giunte nel mese di Settembre, utenti ed addetti ai lavori hanno oramai metabolizzato le insidie provenienti da Joker. Il fine principale di questo file infetto è sempre lo stesso: attivare sui dispositivi Android e sui rispettivi profili tariffari una serie di servizi a pagamento.

Le conseguenze per chi incontra Joker si verificano direttamente sul proprio credito residuo. Anche qui in Italia, tante persone con SIM di TIM, Vodafone e WindTre hanno riscontrato problemi con il proprio saldo, dopo aver accertato la presenza di Joker nel sistema del dispostivi.

Ciò che rende subdolo Joker è proprio la sua origine. A differenza di altri file infetti che hanno caratterizzato il sistema operativo Android, il malware si origina direttamente sul Google Play Store, il marketplace ufficiale. Ad inizio settembre, tutto ha avuto origine da dieci app infette. Oggi queste app sono state ovviamente eliminate dal negozio virtuale, ma il virus continua a rimbalzare di smartphone in smartphone.

Ulteriore insidia di Joker è anche la sua capacità di bypassare il filtro del Google Play Project. Gli utenti Android quindi devono prestare particolare attenzione. Anche per i download su Google Play Store ci si deve affidare solo ad app affidabili, sicure e riconosciute.