Coronavirus

Ad oggi sono in molti a sostenere che, la variante Inglese del Covid-19, sia estremamente più mortale. E’ davvero cosi?

E’ questa una delle principali domande che i nostri concittadini Italiani continuano a porsi quotidianamente in merito alle molteplici varianti emerse negli ultimi mesi. Sono tante, purtroppo, le notizie che circolano sul web nelle ultime settimane ma, di fatto, nessuna di queste risulta essere certa. Analizziamo quindi di seguito i dettagli delle singole varianti.

Coronavirus: la variante Inglese è davvero cosi letale?

Nonostante sia stato ormai assodato che la variante di coronavirus isolata in Inghilterra sia decisamente più contagiosa, in realtà non c’è nessuna conferma che quest’ultima risulti essere ancor più letale.

Il 22 Gennaio, dopo aver appreso la notizia, Boris Johnson si è scatenato su Twitter associando questa variante ad una mortalità superiore. Nonostante i dati portino in questa direzione, il consigliere scientifico Patrick Vallance poche ore dopo ha leggermente corretto il tiro, affermando che si tratta ancora di evidenze del tutto parziali. 

Variante Sudafricana: sfugge davvero al vaccino anti-covid?

Un’altra notizia che ha allarmato, e non poco, i cittadini Italiani e del mondo, sembrerebbe essere legata all’ipotesi che la nuova variante Sudafricana del Covid-19 riesca a sfuggire al vaccino. La rivista scientifica Nature, a seguito di alcuni indagini, ha rilasciato alcuni risultati preliminari che, come per la variante Inglese, sembrerebbero confermare quanto detto negli ultimi giorni. 

Ciononostante, però, la stessa Nature ha invitato i propri lettori a mantenere la calma. Le nuove informazioni si susseguono una dopo l’altra il che obbliga gli esperti a prendersi del tempo necessario per valutarle e fare il punto della situazione. Nuovi studi, di fatto, sembrerebbero affermare l’esatto contrario.