IPTV: i modi in cui gli utenti richiedono Sky e DAZN per soli 10 euro

I canali Sky in queste settimane hanno un palinsesto molto ricco, specialmente per gli appassionati di calcio e sport. Oltre alla Serie A, sulla tv satellitare ci sono altre esclusive come la Premier League o anche l’NBA. Nel corso di queste ultime settimane, tante persone hanno scelto di attivare un nuovo abbonamento a Sky. Purtroppo, però, tante altre si sono affidate al metodo IPTV.

 

IPTV, il rischio di imbattersi in truffe pericolose per lo streaming Sky

Le realtà che costernano la tecnologia IPTV in Italia sono essenzialmente due: da un lato troviamo i famosi “pezzotti”, dall’altro invece ci sono i recenti canali VPN. In questi ultimi mesi si sono diffuse sempre di più conversazioni e chat private su Telegram o WhatsApp con la finalità di promuovere link grazie a cui guardare i canali Sky con costi da estremo ribasso.

Il netto risparmio garantito dall’IPTV non è però l’unico fattore che deve essere considerato. Spesso, infatti, dietro questa tecnologia si nascondono truffe certe per gli utenti. La trasmissione dei canali IPTV in streaming è nelle mani di alcuni malintenzionati della rete. Alcuni interessati dopo aver pagato ai cybercriminali la quota di abbonamento per la visione non lecita dei canali Sky non ricevono alcun servizio in cambio. Il pericolo di perdere soldi è quindi reale.

Inoltre non va dimenticato che l’IPTV illecito in Italia è perseguito anche a norma di legge. Le attuali disposizioni normative prevedono multe sino a 30mila euro ed anche la reclusione da sei mesi a tre anni per i casi più gravi.