Negli ultimi giorni ARERA ha diffuso online i dati relativi alle bollette del I trimestre del 2021. Secondo quanto descritto, quest’ultimo sarà un anno caratterizzato da un nuovo rincaro per gli utenti, direttamente collegato ai danni causati dalla pandemia di Covid-19. A quanto pare, quindi, i costi in bolletta per Eni, Enel ed altre compagnie energetiche, subiranno un aumento del +4,5% per la componente luce e del +5,3% per la componente gas.

Ciononostante, però, da alcuni mesi è ormai possibile alleggerire i costi delle spese mensili usufruendo del tanto discusso Bonus Luce e Gas. Richiederlo è molto semplice: per far ciò basterà infatti collegarsi al seguente link, scorrere fino all’apposita sezione dedicata al bonus e, successivamente, scaricare i moduli necessari. Per ottenere gli incentivi è però necessario rispettare alcuni requisiti fondamentali. Scopriamo quindi di seguito i dettagli.

Bonus Gas

Ottenere il bonus Gas è veramente molto semplice. Per far ciò, come accennato precedentemente, basterà scaricare i moduli ufficiali dal sito di ARERA, compilarli e successivamente presentarli al proprio comune di residenza. I requisiti per accedere al bonus Gas sono quindi i seguenti:

  1. nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. famiglia con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Bonus Luce

Le modalità di richiesta del Bonus Luce sono del tutto analoghe al bonus Gas. Ciononostante, però, in questo caso i requisiti cambiano leggermente:

  1. appartenenza ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Chiunque risulterà essere abilitato alla richiesta del Bonus, potrà quindi ottenere i seguenti sconti:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: € 125
  • famiglie da 3-4 componenti: € 148
  • nuclei familiari con oltre 4 componenti: € 173

Infine è importante ricordare ai lettori che, dal 1 gennaio 2021, l’accesso al bonus avverrà con rinnovo automatico. Ogni anno sarà quindi sufficiente presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE.

VIAluce-gas.it