giorni

Sembra proprio che durante l’anno che ci siamo appena lasciti alle spalle, sorprendentemente, alcuni giorni siano trascorsi davvero molto più velocemente del previsto. Infatti, nonostante la situazione pandemia che ci ha costretti a stare rinchiusi in casa per settimane durante le quali il tempo sembrava non passare mai, ci sono stati giorni davvero molto veloci. Alla base di questo curioso fenomeno c’è una spiegazione scientifica altrettanto specifica e dettagliata.

A farci notare che alcuni giorni del 2020 sono trascorsi davvero molto rapidamente è il sito web Time and Date. Alla base di questo fenomeno c’è una spiegazione che affonda le sue radici nell’astronomia e, in particolare, nel movimento di rotazione terrestre. Infatti, i giorni trascorsi più velocemente sulla Terra durante il 2020 sono il frutto di una maggiore accelerazione nel moto di rotazione del nostro Pianeta intorno al proprio asse terrestre.

Il moto di rotazione terrestre varia periodicamente (ma solo leggermente) soprattutto a causa della pressione atmosferica e anche in base a fattori come venti, movimento del nucleo interno e in base anche alle correnti marine. Inoltre, anche fattori esterni come l’influsso gravitazionale degli altri corpi del Sistema solare può influire sulla velocità di rotazione della Terra. Nel corso del 2020, la Terra avrebbe compiuto il moto di rotazione così velocemente che, per la prima volta potrebbe essere necessario, invece di aggiungere un secondo, sottrarne uno. Durante lo scorso anno sembra che il giorno più breve di tutti sia stato il 5 Luglio quando la Terra ha completato una rotazione in meno secondi degli 86.400 previsti giornalmente.

Si tratta di una scoperta davvero interessante. Inoltre gli scienziati hanno calcolato che nel corso di quest’anno, ci sarà un ritardo di 19 millisecondi in totale nel tempo atomico.

FONTETime and Date