Nel terzo trimestre del 2020, MediaTek ha superato Qualcomm diventando il principale produttore mondiale di processori per smartphone.

Secondo i dati pubblicati da Counterpoin Research, l’azienda di Taiwan ha raggiunto una quota di mercato del 31%, mentre Qualcomm è scesa al 29%. Solamente due punti ma potrebbero essere fondamentali per dominare il mercato. Scopriamo maggiori dettagli.

 

Mediatek supera Qualcomm come produttore di SoC per smartphone

Complici le restrizioni imposte a Huawei, MediaTek ha visto le proprie quote di mercato crescere del 5% anno su anno, portando l’azienda di Taiwan a diventare il principale produttore al mondo di processori mobile. Qualcomm guida nel segmento degli smartphone 5G. Il successo di MediaTek è stato spinto soprattutto dalle performance nella fascia medio-bassa del mercato, dove si sono sentiti anche gli effetti della fuoriuscita di Huawei, che a causa delle restrizioni imposte dagli Stati Uniti ha dovuto interrompere la produzione dei suoi SoC HiSilicon.

Non è un caso che le vendite di MediaTek siano state trainate dalla crescita di Xiaomi in Cina, a cui l’azienda ha triplicato la fornitura di processori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Counterpoint fa però notare come il primato potrebbe durare poco: nel quarto e ultimo trimestre del 2020, la produzione di smartphone 5G dovrebbe raggiungere un terzo del totale e ciò dovrebbe dare un forte impulso a Qualcomm che nel terzo trimestre ha fornito processori per il 39% dei dispostivi 5G prodotti. Oltre ad essere uno dei principali produttori di processori mobile, MediaTek è oggi anche uno dei maggiori fornitori di SoC per Smart TV e lettori multimediali.