sequenziatore

Vi siete mai chiesti se potrebbe essere possibile sequenziare il nostro DNA grazie ad una semplice applicazione installata nel nostro smartphone? Se prima questa ipotesi poteva sembrarci soltanto un qualcosa di estremamente fantasioso, oggi, dovremo sicuramente cambiare idea. Infatti, alcuni scienziati hanno realizzato il primo sequenziatore del DNA tascabile.

Lo studio che descrive questa straordinaria invenzione appare sulla pagine della rivista Gigascience e riporta la firma di un team di scienziati del Laboratorio Cold Spring Harbor di New York. Nello specifico, questo sequenziatore di DNA tascabile sarebbe una app per smartphone che potrebbe consentire di rivoluzionare sia la ricerca scientifica che la gestione dei dati genetici. A questo proposito, potrebbe essere davvero utile nella gestione delle mappe di DNA di virus come, per esempio, il SARS-CoV-2

Per creare il loro prodotto, gli scienziati newyorkesi hanno accoppiato un iPhone con un sequenziatore di DNA portatile sviluppato dalla società di Oxford Nanopore. Essi hanno creato una sorta di laboratorio genetico mobile. Si tratta di una tecnologia che potrà rendere le analisi del DNA più facili ed accessibili anche in località remote dove la connessione ad Internet è problematica.

Dunque in un mondo scientifico in cui le società creano sequenziatori di dimensioni sempre più piccole, per la prima volta, gli scienziati hanno messo a punto una tecnologia davvero innovativa. Una tecnologia che consentirà di analizzare le sequenze genetiche direttamente sui nostri dispositivi mobili. Oggi tutti teniamo in tasca uno smartphone e chissà, magari nel giro di alcuni anni, questi “semplici” dispositivi elettronici potrebbero consentirci di avere a portata di mano anche un sequenziatore del DNA. Inoltre, gli scienziati non escludono la possibilità di poter impiegare questa tecnologia anche per gli astronauti sulla Stazione Spaziale. Questo perché, ad oggi, l’interesse per il sequenziamento del DNA nello spazio è notevole.