coronavirusDecessi per Covid-19 mai così alti da marzo, questo è il triste responso dell’ultimo bollettino diramato direttamente dal Ministero, in merito alla diffusione del Coronavirus sul territorio italiano, i numeri sono alti, ma allo stesso tempo è da segnalare una forte riduzione dei contagi giornalieri.

Il 1 dicembre, a fronte di 180mila tamponi eseguiti in sole 24 ore, sono 19’350 i nuovi casi (ieri erano stati 16’377), con 27’088 guariti e ben 785 decessi (ieri erano stati 672). Attualmente in Italia si registrano 779’945 persone positive al virus, di queste 32’811 sono ricoverate in ospedale con sintomi, mentre 3’663 sono purtroppo recluse in terapia intensiva, le restanti risultano essere in isolamento domiciliare.

Dall’inizio della pandemia sono 1’620’904 i casi di Coronavirus registratisi in Italia, con 784’595 guariti e 56’361 persone effettivamente venute a mancare.

 

Contagi oggi: cosa succede nelle varie regioni

blank

La Lombardia riconquista il triste primato di regione maggiormente colpita con una crescita odierna di 4048 unità, seguita dal veneto con 2’535, molto più lontano il Lazio con un incremento di 1’669 casi positivi in 24 ore.

Sempre proseguendo nella disamina della classifica odierna, notiamo un forte calo dei contagi in Campania, con 1113 unità, seguito poi da emilia romagna con 1471, Sicilia con 1399, ed una crescente Puglia da 1’659 nuovi casi.

Tutte le altre regioni hanno fatto registrare un numero inferiore ai 1000 contagi giornalieri, si parte con Friuli Venezia Giulia +736, per poi proseguire con Toscana +658, Liguria +339, Marche +337, Abruzzo +396, Sardegna +420, Calabria +318, provincia autonoma di Trento +156, Basilicata +163 Umbria +144. Addirittura sotto i 100 casi in provincia autonoma di Bolzano +94, valle d’Aosta +25 e Molise +60.

Continuiamo a resistere per poter trascorrere un Natale quasi normale con i nostri cari.