oneplus-8t-dispositivo-torturato

Quando uno smartphone nuovo presentato, soprattutto se si tratta di un top di gamma, quest’ultimo sarà già che avrà un appuntamento con JerryRigEverything. Così è stato per il nuovo arrivato della compagnia cinese, la nuova ammiraglia OnePlus 8T. Il dispositivo è fuori da poche ore, ma lo Youtuber ce l’aveva tra le mani da molto prima tanto che l’ha già testato.

Il risultato finale, spoiler, è che il dispositivo sopravvive anche se non privo di ammaccature, bruciature e graffi. I soliti test condotti infatti prevedono la graffiatura delle parti in vetro e della scocca, la bruciatura dello schermo e persino un test di piegatura.

 

OnePlus 8T: sopravvissuto, ma non incolume

Per quanto riguarda i graffi, il risultato è abbastanza in linea con gli altri modelli presentati dalla compagnia negli ultimi anni. Sei sulla scala di durezza di Mohs visto che già a sette compaiono scanalature profonde. Qui delude un po’ visto che con l’arrivo di OnePlus Nord ci si aspettava un aumento della qualità sul comparto costruttivo dell’ammiraglia. La graffiatura ai lati ha mostrato che il corpo è fatto di metallo resistente così come i pulsanti fisici presenti.

Altro test importante, la piegatura, ha invece dato segnali positivi. Con una forza abbastanza pesante il telaio si è piegato di poco creando una leggera separazione tra il pannello di vetro e il resto. Detto questo, ha continuato a funzionare. Il test di bruciatura ha mostrato invece che il display riesce a resistere fino a 30 secondi prima di vedere morire la zona interessata dalla fiamma.