fine del mondoNel corso della storia dell’uomo si è gridati alla fine del mondo un numero incalcolabile di volte. I motivi sono sempre diversi di volta in volta, ma il risultato finale è sempre uguale, l’estinzione del genere umano. Che sia per mano di un’entità religiosa, per colpa degli alieni o per l’armageddon tecnologico godiamoci tutte le volte in cui è quasi arrivata la “Fine del Mondo”.

Fine del Mondo: dalla caduta dell’impero alla profezia dei Maya

  • 634 A.C: La prima grande profezia che parla della fine del mondo riguarda la caduta di Roma. Secondo la tradizione infatti, Romolo, fondatore dell’Urbe, recatosi presso il Palatino vide in cielo 12 avvoltoi; l’avvenimento fu interpretato il segno che la caduta della città sarebbe avvenuta nel 634 A.C.

 

  • 31 DICEMBRE 999: Un’altra data da sempre accostata alla fine del mondo è quella dell’anno 1’000. Alcuni vangeli apocrifi infatti ponevano all’inizio del millennio il compimento della profezia che prevedeva la caduta della chiesa.

 

  • 1666: L’anno che porta con se il marchio della bestia non poteva non essere collegato in qualche modo ad una teoria sulla distruzione del mondo.

 

  • 1806: Davvero particolare la diffusione di questa profezia poi velatasi, ovviamente, falsa. La location è Leeds, Inghilterra, una donna, proclamatasi veggente, trova un uovo con la scritta “Christ is coming”; si scoprirà solo in seguito che fu la donna stessa a scrivere la frase sull’uovo.

 

  • 1910: È la volta della cometa di Halley; il timore era legato soprattutto al cianogeno, un gas lasciato dal passaggio del cometa e che è tossico per gli esseri umani. Come al solito, il passaggio non causo nessuno problema.

 

  • 21/12/2012: La più recente catastrofe inventa scampata dall’uomo. Una vecchia profezia dei Maya stabiliva nella data palindroma, 21/12/2012 può essere letta da entrambi i lati, l’avvento della fine del mondo. Inutile dire che anche in questo caso le aspettative sono state disattese.