contanti addio carte di credito preferite dagli italiani

L’utilizzo delle carte di credito o di debito nel nostro paese è sempre più una realtà. Anche con il prossimo Decreto Agosto, il Governo cercherà di incentivare la moneta elettronica con un bonus che andrà a ridurre il costo per tutti i cittadini che pagheranno un bene o un servizio proprio attraverso le carte di credito.

Carte di credito, attenzione alle commissioni quando si effettua pagamento contactless

Molte carte, sia quelle ricaricabili sia quelle associate ad un conto corrente, non prevedono oramai alcun costo di gestione. Le commissioni legate ai pagamenti virtuali sono quasi vicini allo zero, anche se in alcuni casi è bene fare particolare attenzione.

La maggior parte delle carte di credito in Italia è compatibile con la tecnologia contactless. Tuttavia, in alcuni casi lo strumento contactless è disponibile sul circuito internazionale ma non sul circuito nazionale. In questa circostanza, i cittadini che effettuano un pagamento contactless nel nostro paese avranno una fatturazione per una commissione variabile sull’acquisto effettuato.

Quest’anomalia è stata già segnalata da Bankitalia che ha sollecitato gli istituti competenti a provvedere per una sostituzione delle carte di credito con tecnologia contactless non compatibili con il circuito nazionale. Stando alla richiesta di Bankitalia, la sostituzione dovrà avvenire entro il 31 Dicembre 2021.

Intanto c’è un’ulteriore novità sempre sul fronte dei pagamenti contactless. Dal prossimo 1 Gennaio 2021, tutti coloro che effettueranno un acquisto avvicinando la loro carta di credito al lettore POS potranno spendere una somma massima di 50 euro. Le nuove norme prevedono quindi un raddoppio rispetto all’attuale limite di spesa dal valore di 25 euro.