Profezie Ezechiele e Maya: cosa accadrà nel corso del 2020?Il giorno del giudizio sembra sempre più vicino dopo una serie di catastrofiche profezie che presagiscono il tramonto del genere umano. La reinterpretazione delle antiche scritture fornisce quelli che potrebbero passare per nuovi indizi sulla fine del mondo. Nessuno si aspetta che avvenga da un giorno all’altro ma il processo di declino sembra essere già iniziato, stando almeno a quanto scoperto di recente. Ecco le ultime novità.

 

Profezie: i Maya ci avevano visto giusto? E perché il Corano annuncia la fine?

I primi a stabilire l’eclissi del mondo sono stati I Maya, rinomata civiltà del Sud America che aveva annunciato l’inizio della fine il 21 Dicembre 2012. Tante le smentite per profezie che ad oggi ci vedono ancora partecipi della vita. Che non intendessero si potesse trattare dell’inizio di un processo che si porterà al Doomsday? Chi può dirlo?

Decisamente raccapricciante e più attuale la questione Ezechiele che ha corrisposto la fine dei tempi con l’arrivo dei pesci rossi nel Mar Morto. Fatto documentato in questi mesi dagli scatti esclusivi del foto reporter Noam Bedein. Eppure siamo ancora qui, nonostante tutto.

Un’altra interpretazione dei possibili eventi è stata fornita ancor più di recente da una comunità islamica che analizzando il Corano ha incontrato i riferimenti a possibili risvolti apocalittici. Secondo l’interpretazione delle sacre scritture la fine dell’uomo potrebbe coincidere con il sopravvento della tecnologia. Dichiarazione non lontana dalla realtà del momento e che fa riflettere sul futuro che ci attende.

Cospirazione? Dicerie? Antiche credenze da verificare? Nessuno può esserne certo. Lo scopriremo solo vivendo.