spesa-onlineFare la spesa online è diventata un’abitudine di molti durante la pandemia. La paura di uscire di casa o l’impossibilità di una sola persona a provvedere per l’intera famiglia hanno riguardato non poche persone ed è proprio per questo che i siti delle catene di supermercati che permettevano e permettono tutt’ora di usufruire di questo servizio sono stati letteralmente presi d’assalto. Non è stato difficile per molti, infatti, passare numerose ore davanti ad uno smartphone o un laptop in cerca di portare a casa il tanto bramato tesoro, ma come mai? 

Spesa online: le insidie hanno assaltato catene come Carrefour, Esselunga e non solo

Nonostante il periodo di emergenza sia passato, ancora oggi riscontrare dei problemi nel caso della spesa online è possibile. Capita molte volte che pur essendo riusciti ad effettuare l’ordine, purtroppo, a casa numerosi prodotti non giungono poiché non disponibili in negozio o in magazzino. Ancora più complicati sono poi le situazioni in cui i siti internet si bloccano o non si riesce ad accedere del tutto rimanendo bloccati in code virtuali che sembrano non sminuirsi mai.

In termini di pagamento non ci sono veri e propri problemi: i sistemi utilizzati permettono di recuperare il credito nel caso in cui l’effettivo ordine non risulti essere uguale a quello consegnato o mancante di alcuni pezzi, ma fare la spesa online risulta per molti ancora una sfida oggi. Un qualcosa è però assodato: questa nuova risorsa per approvigionare la dispensa non è per tutti, senza ombra di dubbio la barriera tecnologica non è un qualcosa da sottovalutare.