virus-tax-fake-newsLe profezie relative ad una ipotetica fine del mondo paiono tornare di moda, in un periodo non propriamente idilliaco per la popolazione italiana e mondiale. Terminato il lockdown, ed ancora pienamente al centro della pandemia, ecco tornare tutte le teorie complottiste, ma quali sono vere e quali sono fake news?

L’unica storicamente riconosciuta, ma male interpretata, è la relativa al calendario Maya, pronto ad individuare nel 12/12/2012 il termine di un ciclo temporale (con corrispondente inizio di un secondo), riproposta da un professore di Storia dell’Arte come una possibile Apocalisse.

 

Fine del mondo: attenzione alle profezie fake news

Tutte le altre, la storia della cometa, la profezia di Ezechiele scritta nel libro della Genesi (che prevede la fine del mondo nell’anno corrente) e similari sono vere e proprie fake news.

Per quale motivo però vengono realizzate? non sono pensate per creare panico, questo va detto, alle loro spalle si celano interessi puramente commerciali ed economici. L’utente che pubblica su un determinato sito internet tale notizia, punta a guadagnare con le visualizzazioni dei banner pubblicitari integrati al suo interno; più il titolo e l’argomento saranno “acchiappaclick”, maggiore sarà la risposta da parte degli utenti, e naturalmente più elevate saranno le visualizzazioni (di conseguenza anche i guadagni).

Il nostro consiglio è sempre lo stesso, non credete a prescindere a ciò che leggete in rete, verificate sempre le fonti e, sopratutto dopo aver ricevuto una notizia sensazionale, controllate su altri siti internet più autorevole ed affidabili se è stata riportata. Ad ogni modo state tranquilli, non è in previsione nessuna fine del mondo.