Bonus bollette Luce e GasUn sostanzioso sconto bollette è disponibile per gli italiani ora in evidente difficoltà economica dopo il Coronavirus. Società come ENI ed ENEL si sono attivate nel rispetto dei nuovi criteri legali impartiti dal Decreto Rilancio e confermati da ARERA –Autorità di regolazione per energia reti e ambiente – tramite il suo sito ufficiale.

Grazie alle nuove disposizioni possiamo risparmiare tanti soldi sulle nostre utenze energetiche. Ecco quali sono i requisiti ed i vantaggi economici che si possono ottenere a seconda dei casi per Luce e Gas.

 

Bonus bollette Luce e Gas: sconti per tutti

I requisiti minimi da rispettare per l’ottenimento dei voucher energetici sono ascritti sul sito ARERA e riportati qui di seguito sulla base di alcune condizioni.

Per avere il bonus Gas occorre avere:

  1. nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. famiglia con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Per quanto concerne l’incentivo Luce, invece, valgono le seguenti considerazioni:

  1. appartenenza ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Rispetto alla componente Gas però quella per lo sconto Luce varia a seconda del numero di appartenenti al nucleo familiare con differenze sostanziali:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: € 125
  • famiglie da 3-4 componenti: € 148
  • nuclei familiari con oltre 4 componenti: € 173