assicurazione-autoIl pagamento dell’assicurazione auto rappresenta un’importante uscita economica che si presenta puntualmente a scadenza semestrale o annuale. Nelle regioni del Centro-Sud le polizze per neopatentati o utenti con classe di merito vicina alla quattordicesima possono ammontare a migliaia di euro per una copertura minima di responsabilità civile.

Allo scopo di risparmiare sui costi molti si affidano ai comparatori di offerte più famosi ed affidabili che si trovano sul web. Anche le agenzie locali presenti sul territorio sfruttano le agevolazioni online mentre in parecchi scoprono una novità importante che consente di limare ancora di più i costi di gestione del veicolo.

Grazie ad un trucco gli utenti scoprono come sia possibile ottenere uno sconto da centinaia di euro per RC Auto annuali e semestrali. Vi spieghiamo come fare.

 

Come risparmiare sull’assicurazione dell’auto con una mossa semplice

Una pratica comune è quella di adottare la sospensione della polizza. Potrebbe sembrare scontato ma bloccare la RC Auto per un periodo di tempo porta ad un sensibile guadagno, specie in queste belle giornate dove potremmo pensare di utilizzare monopattini e bici elettriche per i nostri spostamenti a costo zero.

Il vantaggio derivante dall’interruzione dell’assicurazione è tangibile. Chi decide di adottare questa prativa scopre quanto sia semplice ottenere una proroga dei tempi di utilizzo. Chi blocca, ad esempio, la propria assicurazione per tre mesi scopre che potrà dilungarla per ulteriori tre mesi prima della richiesta di pagamento. Ad esempio, se si interrompesse dal 1 luglio al 1 settembre potremmo recuperare tale scadenza in modo diretto con un risparmio rilevante.

L’importante è verificare che la nostra compagnia offra questo nuovo servizio. Non tutti, infatti, sono disposti a garantirlo. Controllate i termini del contratto ed accordatevi con l’assicuratore. Ovviamente va da sé che durante il periodo di sospensione il veicolo deve rimanere fermo in box, garage privati o parcheggi condominiali. Fatto divieto, invece, per la sosta in spazi pubblici.