L’operatore Tim Italia permette ora di passare ad un’offerta equivalente senza addebitare ulteriori rate del modem, ai già clienti che hanno sottoscritto una qualsiasi offerta prima dell’1° dicembre 2018.

Se siete clienti di rete fissa dell’operatore e pagate le rate relative al modem e vi siete attivati prima della data indicata precedentemente, questa volta potrebbero esserci delle buone notizie per voi. Scopriamole insieme.

 

Tim permette di sospendere la rata del modem abbinato

L’operatore offre la possibilità di passare gratuitamente ad un’offerta equivalente alla vostra, con le stesse condizioni economiche e contrattuali, senza però pagare le rate relative al modem abbinato. Non sono previsti rimborsi per le rate già pagate, e non risulta essere necessario restituire l’apparato, almeno per il momento.

Tutti i clienti coinvolti possono farne richiesta sia chiamando il 187 oppure accedendo alla propria area riservata del sito ufficiale dell’operatore. All’interno di quest’ultimo è infatti presente un banner informativo. Tim però precisa: “Resta fermo, infine, il diritto di TIM, nei confronti dei clienti che avranno aderito all’offerta commerciale equivalente, di addebitare le rate del modem dovute e/o non pretese, in caso di esito favorevole del contenzioso amministrativo avente ad oggetto la legittimità delle misure imposte con l’articolo 5, comma 1 della delibera AGCom n. 348/18/CONS.”.

In termini più semplici significa, che nel caso in cui Tim dovesse avere esito positivo nel contenzioso amministrativo citato, si riserva il diritto di addebitare le rate residue. Ovviamente per scoprire maggiori informazioni, non vi resta che recarvi sul sito ufficiale dell’operatore e leggere tutta la nota pubblicata da esso sul proprio sito ufficiale. Su quest’ultimo potrete anche dare un’occhiata a tutte le offerte attualmente attivabili.