fisco-tasseIl Fisco Italiano è reduce da una serie di infruttuose manovre per la lotta alla cosiddetta evasione fiscale. Ogni anno l’ammontare del debito pubblico aumento con uno Stato che si trova perennemente in profonda crisi. A pagare siamo sempre noi poveri contribuenti che stiamo in regola con i conti da pagare.

A causa di alcune personalità di dubbio valore morale siamo costretti a fare i conti con la dilagante disoccupazione ed un numero di tasse sempre più consistente. C’è chi si rifiuta di pagare il bollo auto e chi evade tutta una serie di altre imposte che allargano il cerchio delle frodi a scapito nostro.

Ebbene basti sapere che Equitalia è veramente stanca di tutta questa situazione. Fornisce un semplice avvertimento con notifica a 60 giorni prima di procedere, come confermato invia ufficiale, al pignoramento dei soldi depositati sul conto corrente. Una misura per molti inaccettabile ma qualcosa doveva pur essere fatto. Ecco come funzionerà.

 

Fisco preleva dal tuo conto se non paghi le tasse: non hai più scampo

Controlli incrociati su giacenza media, plafond e movimenti bancari saranno a disposizione degli agenti fiscali che faranno di tutto per onorare il debito del cliente che si esenta dal pagamento delle tasse.

L’utente ha poco da dire e poco da fare, se non pagare entro 60 giorni le imposte che gli sono state contestate. La procedura di rafforzamento è attiva nel contesto del sistema anti- frode concepito dagli organismi di vigilanza fiscale. Tutte le banche forniranno i dati richiesti cosicché si possa dire finalmente basta ad una situazione veramente al limite.