pulizia-smartphone

Il COVID-19, meglio conosciuto come Coronavirus, deriva dal termine latino “corona“, e dal greco “aureola”. Ciò si riferisce all’aspetto tipico dei virioni (la forma infettiva del virus) i quali ricordano una corona reale o una corona solare. Il virus, che ha una velocità di diffusione elevata e che presenta sintomi quali: raffreddore comune, tosse, polmoniti e bronchiti, è diventato l’incubo di tutto il mondo.

Le modalità di contagio sono varie: a partire dalle scarpe (che sono il miglior nascondino dei batteri), per passare agli indumenti con cui si è andati a fare la spesa, ma anche la borsa, il portafoglio, le chiavi e i soldi. Tra le precauzioni da prendere più importanti abbiamo: lavare sempre le mani per 60 secondi ma soprattutto pulire il proprio smartphone.

Smartphone: come pulirlo per evitare il contagio da Coronavirus

Da evitare assolutamente è la candeggina. Basterebbe solamente utilizzare una salvietta imbevuta. Ma come? Ecco tutti i passaggi:

  1. Spegnere il telefono e toglierlo dalla custodia.
  2. Pulire con delicatezza la superficie esterna del telefono con un panno in microfibra pulito e asciutto per rimuovere la polvere.
  3. Asciugare con salviettine disinfettanti umidificate non troppo bagnate.
  4. Lasciare asciugare il telefono per cinque minuti per far sì che la salvietta disinfettante abbia ucciso tutti i germi e batteri.
  5. Pulire il telefono con un altro panno in microfibra asciutto.

Stesso discorso con la custodia, altro elemento che può accogliere molti germi e batteri. In questo caso, anche se sono quasi sempre realizzate con plastiche resistenti, sarebbe meglio non utilizzare prodotti aggressivi. Con esse è possibile ripetere lo stesso trattamento degli smartphone: salviettine disinfettanti umidificate, cinque minuti di asciugatura, e ripassare sulla custodia con un panno asciutto.

Prevenire è meglio che curare!