canone

Tra le tasse più odiate dagli italiani, canone RAI e bollo auto sono sicuramente le peggiori. Molti cittadini considerano entrambe le cose un’ingiustizia tu quantomeno un fastidio evitabile. Spesso si cerca anche di capire se in un modo o nell’altro sia possibile evitarle, avvalendosi di annullamenti ed esenzioni che permettano agli utenti di risparmiare. Ma è davvero possibile una cosa del genere?

Bollo auto è canone RAI, vediamo insieme quali modifiche esistono le eventuali abolizioni

Facendo una somma globale di quanto il governo guadagna su canone e bollo, scopriamo che si tratta di un ammontare pari a oltre 7 miliardi di euro annuali. Già di per sé è improbabile immaginare il governo a rinunciare è una cifra del genere, soprattutto in un periodo economicamente difficile come questo. Non ci sarà pertanto nessuna esenzione di queste due tasse, sebbene siano avvenute una serie di modifiche.

Nel caso del bollo queste modifiche dipendono singolarmente da ogni regione, e prevedono delle alternanze economiche. È possibile quindi che in alcune situazioni ci sia una sorta di discrezionalità su come pagarle. I casi specifici in cui questa discrezionalità può essere applicata sono tre:

  • Aumento prezzo per KWh
  • Diminuzione dei costi per la tassa di possesso
  • Stasi tariffaria

Per quanto riguarda il canone RAI, il costo rimane invece immutato, è prevede il pagamento di 100 euro ogni anno, a rata mensile inclusa all’interno della bolletta dell’energia elettrica. Qualora vi arrivassero mai delle email che sostengono che avete diritto a un rimborso o un esenzione del l’uno dell’altra tassa, diffidate perché senza dubbio si tratta di un hacker.