Sembra essere diventato quasi una garanzia il regista neozelandese Taika Waititi. Entrambi i film più famosi di cui lui è stato regista, infatti, sono stati un grandissimo successo. Il primo è stato Thor: Ragnarok nel 2017, diventando uno dei primi dieci film americani per incasso di quell’anno e facendo vincere a Chris Hemsworth il premio come miglior attore in un film sci-fi; il secondo è invece Jojo Rabbit, una black comedy drammatica presente nelle sale da pochi giorni in Italia. Questo film ha attualmente ricevuto la nomination all’Oscar come miglior film.

Qualcosa su Waititi e il suo coinvolgimento in Star Wars

Waititi oltre a essere un regista è anche uno sceneggiatore, un attore e un comico che all’occorrenza ha utilizzato anche il nome di Taika Cohen, cambiando il suo cognome con quello materno. Tra le altre cose su cui ha lavorato abbiamo anche What We Do in the Shadows, sia il film del 2014 che diversi episodi della serie TV. Waititi però ha anche lavorato come regista all’episodio finale di The Mandalorian, serie spin-off proprio della saga di Star Wars. Già questo potrebbe essere un motivo valido per pensare a una sua direzione di un futuro episodio, ma ci sono anche altri elementi. Primo tra i quali la necessità di figure di spessore dopo la dipartita di David Benioff e DB Weiss, i quali hanno abbandonato i progetti su Star Wars per dedicarsi ad altri progetti con Netflix. I suoi rapporti con Kevin Feige, presidente dello studio Marvel che a sua volta sta lavorando a uno Star Wars, ci fanno notare quanto questo regista sia ben inserito nell’Universo Star Wars già adesso. Al momento comunque queste sono solo delle voci messe in giro da Hollywood Reporter e né Disney, né Lucasfilm si sono pronunciati in merito.