Esselunga: arriva finalmente la ricarica in cassa di EPAY

Ricaricare il credito telefonico alla cassa del supermercato è diventato facile e veloce come acquistare il pane. Si passa in cassa il codice a barre (simile a quello della confezione del pane) generato dalle applicazioni degli operatori di telefonia, visibile sulla schermata del proprio telefono cellulare, e si ricarica istantaneamente il credito telefonico. Da oggi questo servizio è attivo anche in Esselunga, grazie all’innovazione tecnologica sviluppata e brevettata da epay (Divisione di Euronet Worldwide Inc. – NASDAQ: EEFT), società leader nel settore dei servizi prepagati, in partnership con gli operatori  telefonici.

La ricarica in cassa è stata già abilitata sulle barriere cassa delle principali catene nazionali del settore alimentare e dell’elettronica, e le applicazioni degli operatori telefonici (i.e.  MyTIM) mostrano il più vicino punto vendita abilitato.

Da oggi, anche Esselunga, con i suoi 159 punti vendita e sempre attenta alle novità volte a migliorare l’esperienza d’acquisto dei propri clienti, ha aggiunto questa modalità di ricarica in cassa grazie alla collaborazione pluriennale in essere con epay.

I clienti potranno ricaricare direttamente il proprio numero di telefono, senza dover eseguire le operazioni richieste da altre modalità. Il cliente, utilizzando le applicazioni degli operatori  telefonici (i.e. MyTIM), potrà scegliere l’opzione per pagare e ricaricare nelle casse del negozio, impostare l’importo desiderato e generare il codice a barre, univoco e criptato, da passare alla cassa dei punti vendita di Esselunga e pagare l’importo, anche in contanti. La ricarica sarà effettuata in tempo reale ed il credito reso disponibile sul numero desiderato.

Il servizio “Ricarica in cassa” agevola ed accelera il processo in cassa e garantisce che il numero di telefono ricaricato non è in alcun modo condiviso al momento dell’acquisto della ricarica (garanzia rilevante anche per il punto vendita che, infatti, non deve gestire dati personali).

“Sicurezza, facilità, velocità in cassa e, grazie al fatto che non si condividono dati personali, incluso il numero di telefono, esenzione dagli adempimenti dettati dal GDPR, sono alla base della soluzione che abbiamo sviluppato e brevettato. Aspetti apprezzati dagli operatori di telefonia e anche da un’insegna importante come Esselunga, che ha sposato in pieno questa soluzione innovativa da offrire ai suoi clienti”, commenta Sebastiano Benedetto Licciardello, Presidente di epay Italia.

 

 

epay

epay è una divisione di Euronet Worldwide, Inc. (NASDAQ: EEFT), società con sede a Kansas City, che ha fatturato 2,5 miliardi di dollari nel 2018, impiegando uno staff di 7.100 dipendenti e servendo clienti in 170 paesi.

epay è leader mondiale nell’elaborazione dei pagamenti e nelle soluzioni prepagate ed ha processato 1,15 miliardi di transazioni nel 2018. La società ha creato una vasta rete di rivenditori, con 700.000 punti vendita in 51 paesi, per collegare marchi rinomati con i consumatori di tutto il mondo. L’azienda offre un vastissimo portafoglio di carte regalo (prepagate ed a circuito chiuso) digitali e fisiche per il commercio omnicanale ed offre i suoi servizi grazie al suo software proprietario di integrazione delle soluzioni di cassa.

La mission di epay è da sempre quella di connettere brand e consumatori attraverso tutti i canali di vendita, fisici e virtuali, disponibili nel mercato, distribuendo servizi e carte prepagate (le gift card) dei più noti fornitori di prodotti digitali proprio nei luoghi dove tutti, ma proprio tutti, prima o poi si recano per la spesa quotidiana!