PostepayIl gruppo Poste Italiane è da sempre riconosciuto per la sua affidabilità. Pochi credono che abbia a che fare con la truffa che sta recentemente coinvolgendo una larga parte dei clienti PostePay. Nel mezzo c’è anche chi ha la versione Evolution. Nessuno viene risparmiato.

Difatti la società non ha nulla a che fare con una manovra appositamente concepita per il furto dati e di denaro. Gli esperti consigliano di mantenere la calma di fronte alle comunicazioni d’urgenza. La stessa azienda lancia l’allarme per alcuni messaggi strani che potrebbero giungere via SMS o tramite email ai clienti. Ecco cosa succede.

 

Postepay truffata: ecco il messaggio equivoco che ruba soldi e dati personali

Email ed SMS sono uno strumento di comunicazione efficace e decisamente formale. Forse è proprio per questo che si moltiplicano i casi di phishing. Ad una comunicazione urgente si accompagnano link sospetti che confermano un focolaio di attacco che al momento coinvolge migliaia di clienti Postepay Evolution e Standard.

Il messaggio indica la possibilità che il conto possa essere bandito dai database della società per dati incompleti o scarsa sicurezza. Si richiede un intervento di modifica dati tramite form su sito esterno. Il portale appartiene però agli hacker che tramite un questionario raccolgono le informazioni personali da usare poi per accedere indebitamente al conto.

Si consiglia di cestinare subito le email inopportune e provvedere a fornire adeguata segnalazione alle autorità competenti che sapranno colmare ogni vostro dubbio circa la natura e le finalità della comunicazione. Non cadete in trappola, restate informati!