luna piena del lupo

Questo venerdì 10 gennaio ci sarà la prima eclissi di Luna dell’anno 2020, e anche se non sarà un fenomeno totale sarà uno spettacolo da non perdere sicuramente. Questa volta parliamo di un’eclissi detta “penombrale”, e vale a dire che la Luna Piena del Lupo, così chiamata per tradizione, non transiterà nel cono d’ombra proiettato dal nostro pianeta ma in quello appunto di penombra.

Si chiama così per l’effetto dei raggi solari che creano una sorta di filtro, e la Luna piena che vedremo sarà come sbiadita e non brillante come nelle eclissi totali. Vediamo i dettagli per seguire l’evento.

 

Luna Piena del Lupo: come vedere la bellissima eclissi penombrale

Fortunatamente il fenomeno sarà ben visibile dall’Italia e venerdì la Luna in transito nella costellazione dei Gemelli sorgerà alle 16.40 ora di Roma per entrare subito nel cono di penombra proiettato dal nostro pianeta. Secondo l’Unione Astrofili Italiani il culmine dell’evento si verificherà alle 20:10 e dovrebbe durare un paio di ore.

Come potete leggere l’UAI, quando si parla di luminosità di un astro ci si riferisce al termine “magnitudine” e, nel caso della Luna Piena del Lupo, il disco del satellite avrà una magnitudine di 0.8956: più il valore di questo dato è negativo e maggiore è la luminosità dell’astro osservato. C’è anche chi non noterà quasi alcun cambiamento nel nostro satellite, poiché al culmine dell’eclissi la Luna si troverà a Est in corrispondenza della costellazione del Cancro.

Ricordiamo che l’evento sarà possibile assisterlo anche in diretta streaming sul sito del Virtual Telescope Project guidato dall’astrofisico italiano Gianluca Masi. Proprio il famoso scienziato manderà in onda le immagini della Luna stagliata sui monumenti della Città Eterna a partire dalle 18:00.