postepayLa più pericolosa truffa PostePay potrebbe essere davvero dietro l’angolo per milioni di utenti in possesso della famosa carta ricaricabile, è necessario prestare al solito la massima attenzione a tutti i messaggi di posta elettronica che vengono ricevuti, o i link che si decide di cliccare per evitare spiacevoli inconvenienti.

Internet è sicuramente una delle invenzioni più grandi degli ultimi decenni, tutti noi ne stiamo beneficiando in maniera incredibile, ma purtroppo la sua grande diffusione nasconde anche insidie in cui si può cadere facilmente se inesperti o “creduloni”. Il phishing nasce proprio dagli ultimi due aggettivi, cercare di fare leva sull’inesperienza degli utenti e nell’inaccortezza di coloro che credono a tutto ciò che gli viene mostrato.

Il meccanismo ruota attorno ai messaggi di posta elettronica, più precisamente consiste nell’invio di una e-mail con mittente poste italiane in cui si parla di “account rubato, dati sensibili trafugati o account bloccato”, con la promessa di risolvere la situazione semplicemente premendo un link interno per il collegamento teoricamente al sito ufficiale di Poste italiane.

 

PostePay: la truffa può causare moltissimi danni

La truffa in sé arriva proprio a questo punto, coloro che si collegheranno ed inseriranno i propri dati sensibili li consegneranno direttamente nelle mani dei malviventi, i quali avranno la possibilità di accedere liberamente al conto corrente ed a tutto il denaro contenuto sullo stesso.

Ricordate sempre che Poste Italiane non invia assolutamente messaggi di questo tipo senza vostra precisa richiesta, l’unica cosa che dovete fare in situazioni simili consiste nella cancellazione immediata dell’email, senza darvi seguito o adito.