whatsapp

Se l’integrazione su WhatsApp della crittografia end-to-end ci ha messo al sicuro da moltissimi malware e virus in grado di intercettare le nostre conversazioni, recenti studi hanno dimostrato che alcune app sono ancora efficaci. Oggi vi parliamo della differenza tra l’app in sé e il dispositivo su cui viene usata, perché Whatsapp non è facile che venga violata quanto piuttosto sono gli utenti a esporsi ai malware.

Infatt esistono varie tipologie di programmi spia che non agiscono sulle applicazioni ma direttamente sul vostro smartphone, registrando tutti gli input inseriti tramite la tastiera a schermo G-board. In aggiunta, tutti i messaggi non crittografati che appartengono alla sfera di email e social network possono essere intercettati facilmente.

 

Virus Android spiano Whatsapp: come evitarli

Quindi non prendetevela con Whatsapp se le vostre conversazioni sono spiate, poiché spesso dipende dalle altre app che avete più o meno consapevolmente istallato sul vostro smartphone. Dunque, per garantire la sicurezza delle chat dobbiamo seguire dei semplici consigli:

  • Evitare di scaricare malware e virus travestiti da app e usate sempre il Play Store.
  • Se non conoscete le app che dovete scaricare, fate una ricerca sul web per capire se sono affidabili.
  • Istallate un buon antivirus e aggiornate il sistema alla versione più recente per approfittare delle patch di sicurezza di Google.
  • Quando volete utilizzare una rete Wi-Fi aperta meglio farlo attraverso una VPN, evitando comunque d’intrattenere conversazioni riservate e inviare dati personali.
  • Su Whatsapp impostate l’autenticazione a due passaggi così che nessuno potrà rubare il vostro account senza che possiate bloccarlo.

In conclusione, se la sicurezza delle conversazioni WhatsApp è salva, questo non significa che possiamo abbassare la guardia contro hacker e malintenzionati. I criminali sono sempre in agguato e ogni giorno siamo in pericolo.