blank

Il 2019 è stato un anno molto interessante dal punto di vista dello sviluppo tecnologico ma, purtroppo, almeno in Italia è stato letteralmente infestato dalle continue chiamate provenienti dai Call center. Tutti i giorni, infatti, milioni di Italiani sono stati costretti a rispondere a centinaia e centinaia di telefonate poiché, nonostante i continui no, i dipendenti dei centralini telefonici hanno iniziato a contattarci anche il giorno successivo. 

Fortunatamente, però, ad oggi sia il Play Store di Android che l’App Store di Apple, offrono due applicazioni completamente gratuite le quali permettono a qualsiasi utente di mettere fine definitivamente a tutte queste seccature. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Addio Call center: ecco come bloccarli per sempre

Sicuramente avrete notato che, nell’ultimo anno, i call center hanno fortemente intensificato il loro operato. Pur di vendere nuove tariffe e chiudere quanti più contatti possibili, infatti, gli operatori dei centralini telefonici hanno iniziato a contattarci anche dopo i continui rifiuti, attirandoci molto spesso in delle vere e proprie truffe

Ad oggi, quindi, mettere fine a tutto ciò rappresente l’unica soluzione realmente valida tornare finalmente in tranquillità. Per farlo bisognerà scaricare sul proprio Smartphone queste due applicazioni gratuite. Ecco di seguito i dettagli: 

  • Google Telefono: sviluppata interamente da Google, Google telefono, attraverso un filtro speciale, permette agli utenti di deviare automaticamente tutte le chiamate in entrata provenienti dai Call center direttamente verso la segreteria. L’app, inoltre, offre un servizio di protezione sempre attivo che difende gli utenti di Google Duo durante le loro videochiamate. L’applicazione è scaricabile dal Play Store a questo linked è completamente gratuita;
  • Truecaller: analoga all’app di Google, Truecaller offre anche la possibilità di bloccare le chiamate e i messaggi provenienti dai numeri anonimi. L’app è scaricabile gratuitamente dal Play Store al seguente link e per i dispositivi iOS a questo link.