vodafone 5G drone
fonte Foto: Wired.it

La tecnologia Vodafone 5G mette a segno un altro successo che induce all’ottimismo nello sviluppo della rete di quinta generazione. Insieme al Politecnico di Milano e con Italdron, l’operatore ha reso possibile il primo volo di un drone pilotato da remoto tramite rete 5G a distanze molto grandi.

Stefano Russo di Italdron è stato il pilota, autorizzato dall’Ente nazionale per l’aviazione civile, che ha guidato il drone in volo su un’area del comune di Sedriano (Milano) con un telecomando posto a circa quindici chilometri di distanza. La bassa latenza e l’elevata capacità di trasmissione della rete Vodafone sono state la chiave del successo del test, poiché ha reso immediato l’utilizzo dei diversi sistemi di controllo senza intoppi.

 

Vodafone 5G: un successo il test di controllo di un drone a grande distanza

Il tutto è stato possibile grazie anche alla videocamera posizionata frontalmente sul drone, che rimanda un flusso video in alta definizione in tempo reale al pilota attraverso il modem 5G montato a bordo. Il codec sviluppato dal Politecnico di Milano per la gestione di questo flusso di dati video 4K garantisce una velocità di risposta quasi immediata, e il progetto ha destato l’interesse della stessa Enac perché apre nuovi orizzonti commerciali all’utilizzo dei droni in remoto.

In questo ambito come in altri Vodafone sta esplorando tutte le potenzialità del 5G, potendo contare su ben 38 partnership nei diversi. Infatti, l’operatore in rosso ha sviluppato la diffusione di contenuti live con Sky Italia e Huawei; ha inoltre implementato sistemi di ricostruzione in 3D in ambito industriale; infine, ha collaborato con alcune aziende e con la polizia locale per sviluppare sistemi di sicurezza e video-sorveglianza cittadine.