Spotify e Netflix, negli ultimi ha permesso di poter condividere l’abbonamento che si è scelto, o che si sceglierà con altri utenti, così da moderare la spesa. Vediamo quali sono i piani ambedue le piattaforme di streaming e come smezzarsi la spesa con altri amici.

Spotify e Netflix: piani e condivisione

La condivisione è possibile farla chiedendo la versione Premium per entrambe le piattaforme, abbassando i costi se si vuole condividere l’abbonamento.

Per Spotify è disponibile un abbonamento che permette a 6 utenti differenti di poter usufruire dello streaming illimitato, anche offline e senza pubblicità. In termini monetari tale modalità si aggira attorno ai 15 euro mensili, così se si pone un calcolo matematico, corrispondono a 2,50 euro per ogni persona inclusa nella condivisione.

Per Netflix le cose si modificano veramente in maniera sottile, poiché offre diverse configurazioni di abbonamento a seconda del numero di persone che intendono usare la piattaforma. Quest’ultima offre ai suoi propri utenti tre possibilità.

Il piano Base permette l’uso da parte di un solo spettatore, e ha il costo di 7.99 euro. Il piano Standard è rivolto a due individui e a testa costa 6 euro, per un totale di 12 euro.

Per ultimo abbiamo il piano Premium la cui visione è permessa ad altri 3 account oltre a quello di chi lo ha creato, quindi 4 utenti totali. Il costo finale è di 15.99 euro, che si divide in 4 euro per persona.

Per questo contesto infatti è nato TogetherPrice, un sito, disponibile anche in versione app, che permette di trovare virtualmente altri utenti che sono interessati a condividere il proprio abbonamento Netflix.