Facebook

Al giorno d’oggi tutti i colossi come Google, Apple, Amazon e Facebook si stanno proponendo nel settore sanitario. Il colosso di Seattle è entrato nel mondo delle farmacie già da parecchio tempo. Apple monitora il battito cardiaco e Google sta pensando di acquistare FitBit, non poteva mancare l’azienda di Mark Zuckerberg.

Anche se molti di voi sono scettici, possiamo ricordarvi che per esempio iWatch, ha salvato la vita di un utente inglese in seguito ad un incidente. Le funzionalità che queste aziende ci offrono potrebbero quindi salvarci la vita. Scopriamo insieme cosa ha in mente Facebook.

 

Facebook ha intenzione di controllare la nostra salute

L’applicazione di Mark Zuckerberg permetterà a tutti gli utenti di scegliere se ricevere o meno dei promemoria personalizzati su test sanitari, controlli e vaccini. Il nuovo strumento della piattaforma si concentra soprattutto sulla medicina preventiva, sulla raccolta di informazioni delle persone, in merito a tantissimi settori di medicina. Un esempio sono screening del cancro, controlli cardiaci e vaccini antinfluenzali.

Lo strumento che abbiamo appena presentato si chiama Preventive Health ed è stato sviluppato insieme a società scientifiche come l’American Cancer Society, l’American College of Cardiology e altre. Lo strumento, partendo dall’età, dal sesso e altri dati dell’utente, è in grado di fornire un elenco di esami consigliati. Gli utenti potranno successivamente pianificare un esame da fare e se non hanno un medico di base, potranno scegliere istituti sanitari qualificati da una mappa fornita proprio dall’applicazione.

In seguito allo scandalo Cambridge Analytica, ci viene spontaneo chiederci se i nostri dati, con questa applicazione, verranno salvaguardati. Il responsabile della ricerca sanitaria della piattaforma, Freddy Abnousi, ha affermato che il sistema non è collegato a nessuna cartella clinica o studi medici, di conseguenza i nostri dati personali non saranno a rischio.