5G-6G-huawei

Dal 2020 milioni di clienti Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad potranno finalmente accedere alla nuovissima rete ultra veloce 5G. La situazione è quindi la seguente: mentre i principali paesi del mondo procedono all’attivazione delle nuove antenne, la Cina, allo stesso tempo, ha già iniziato a pensare al futuro. Secondo le prime dichiarazioni, infatti, il noto brand Cinese Huawei avrebbe avviato i primi lavori per la realizzazione della prima rete 6G al mondo. La notizia è stata resa pubblica proprio da Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, che pochi giorni fa ha confermato l’avvio di una fase di ricerca iniziale.

A quanto pare, quindi, Huawei è a lavoro su nuove tecnologie, come ad esempio nuove forme di intelligenza artificiale e ombre digitali, ovvero degli ologrammi a latenza zero, le quali sembrano aver bisogno di velocità ancor più elevate di quelle offerte 5G. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

6G: parte ufficialmente la prima fase all’interno dei Huawei Labs

Secondo le prime voci di corridoio pare che i lavori relativi al 6G siano stati avviati all’interno dei Huawei Labs, dei veri e propri luoghi pensati per lo sviluppo e per la ricerca di nuove tecnologie, installati da Huawei sul territorio Canadese. Nonostante ciò, però, ad oggi si parla di fase teorica poiché di concreto non esiste ancora nulla.

Analogamente al 5G, quindi, prima di essere introdotto dai principali operatori telefonici di tutto il mondo, anche il 6G dovrà maturare per circa 10 anni. Nonostante il recente investimento di oltre 2 miliardi di euro, quindi, probabilmente non vedremo il 6G nei nostri Smartphone prima del 2028