Boeing 737: i 2 incidenti che hanno fatto tremare il mondo, cosa è successo?

Come ormai di solito accade tra i cittadini di tutto il mondo, prendere l’aereo può risultare motivo di timore o magari apprensione. Soprattutto chi non ha mai viaggiato con un velivolo, risulta spesso scettico, soprattutto se si tratta di un Boeing.

Purtroppo tale nomea per la nota azienda che da anni si occupa della realizzazione di aeromobili, deriva da motivazioni fondate. Ci sono stati in questi anni ben due incidenti provocati da due Boeing 737, i quali hanno causato ben 304 morti. Il tutto, come era ovvio che fosse, ha avuto una gran risonanza in giro per il mondo, costringendo l’azienda a chiarire cosa fosse successo. Inoltre quest’ultima è corsa anche ai ripari modificando i suoi velivoli.

 

Boeing: le persone hanno paura di viaggiare per colpa dei due incidenti, ma come sono avvenuti?

Un aereo è un vero e proprio miracolo di tecnologia e in quanto tale deve essere perfetto vista la responsabilità che possiede. Un velivolo deve infatti rispettare al millesimo ogni canone di sicurezza in modo da non permettere che ci siano malfunzionamenti.

Nel caso dei due incidenti che hanno colpito proprio i Boeing 737, l’azienda ha chiarito le motivazioni. A quanto pare l’MCAS, che sarebbe il sistema anti stallo, non avrebbe funzionato a dovere. Questo, che ha il compito di controbilanciare la spinta dei motori, dovrebbe spingere i muso verso l’alto invece di tenerlo basso. Tutto ciò non ha funzionato, spingendo i Boeing verso il basso e causando le due catastrofi. Ora però i sistemi sono stati interamente sostituiti, per cui chi ha paura di viaggiare, sappia che ora è in mani super sicure.