Facebook

Il social network Facebook ha da poco acquisito Servicefriend, la start up che è in grado di creare l’assistenza clienti grazie all’Intelligenza Artificiale. L’azienda israeliana, nota soprattutto per la progettazione di chatbot, avrà un ruolo fondamentale nell’espansione della criptovaluta Libra.

Zuckerberg, vi ricordo, che durante il suo incontro con il Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, ha sottolineato che fino a che tutti gli esponenti non saranno d’accordo, Libra non verrà lanciata. Scopriamo qualcosa in più di questa acquisizione.

 

Facebook acquisisce la start up Servicefriend

L’intenzione di Facebook è quella di offrire un servizio di qualità per consentire una rapida espansione della criptovaluta Libra, in arrivo nel 2020. Per questo motivo ha deciso di acquisire la start up Servicefriend, azienda israeliana con sede a Tel Aviv, nota per l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale nella costruzione dei chatbot, robot in grado di simulare una conversazione umana all’interno delle applicazioni di messaggistica.

Leggi anche:  Telegram lancia la sua criptovaluta e ridicolizza Facebook Libra

La società di Menlo Park non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, ha semplicemente affermato che “di tanto in tanto acquistiamo aziende tecnologiche più piccole, ma non discutiamo sempre dei nostri piani“. A dare indizi sul buon esito dell’accordo sono stati proprio alcuni componenti dell’azienda acquisita. Sui loro profili i due co-fondatori Ido Arad e Shahar Ben Ami, hanno inserito una nuova posizione lavorativa all’interno di Facebook.

Possiamo immaginare, come anticipato precedentemente, che l’acquisizione della start up possa aiutare la piattaforma nel rilascio della criptovaluta Libra. La piattaforma ha intenzione di mettere a disposizione un  servizio clienti raggiungibile a ogni ora e in qualsiasi giorno, come spiegato sulla pagina ufficiale di Calibra.