Vodafone ha aperto il modulo di richiesta di rimborso per la fatturazione a 28 giorni. Tutti gli attuali o gli ex-clienti Vodafone che hanno subito la fatturazione a 28 giorni nel periodo compreso tra il 23 Giugno 2017 al 5 Aprile 2018 posso adesso chiedere il rimborso monetario.

Per chiedere il rimborso basta accedere all’apposito modulo pubblicato sul sito dell’operatore rosso e compilare il format inserendo tutti i dati richiesti, prestando però attenzione nel fornire il numero di rete fissa che ha subito la fatturazione a 28 giorni, e non il numero attuale, nel caso in cui dovesse essere cambiato. Ancora una volta, Vodafone ha anticipato gli altri operatori telefonici in materia di fatturazione a 28 giorni, adeguandosi alla decisione del Consiglio di Stato.

Qualche settimana fa, infatti, Vodafone ha presentato un piano compensativo alternativo al rimborso monetario che consiste in 50 GB di Internet sulla SIM mobile o su quella fornita con la Vodafone Station e cinque voucher.

Leggi anche:  Vodafone, il 5G è ora realtà: ecco i costi delle nuove offerte

Vodafone, cosa prevede il piano compensativo alternativo al rimborso monetario

Chi non è interessato al rimborso monetario può invece accettare il piano compensativo che prevede 50 GB di Internet in 4G e cinque voucher. I cinque voucher sono:

  • Uno sconto di 120 euro sull’acquisto di un prodotto Nespresso;
  • Sconto di 10 euro sul sito SaldiPrivati;
  • Sconto del 20% nei negozi Nike;
  • Sconto di 25 euro sull’acquisto di un prodotto Philips;
  • Abbonamento annuale alla rivista Traveller.

I voucher saranno validi fino al prossimo 25 Agosto. Per accettare il piano compensativo, basta rispondere con un “Sì” al messaggio ricevuto o accedere all’apposita pagina Web di Vodafone e lasciando i dati richiesti. Si ricorda, infine, che tutti i clienti che accetteranno il piano di stono rinunceranno automaticamente al rimborso monetario.