Amazon

Nelle ultime ore sembrerebbe che il Presidente degli Stati Uniti d’America abbia preso nel proprio mirino la piattaforma di e-commerce Amazon. Il Presidente ha dichiarato che indagherà sull’appalto cloud del Pentagono.

Vi ricordo che negli scorsi giorni il colosso di Seattle ha proposto tantissime offerte molto convenienti durante il proprio Prime Day, durato due giorni, dal 15 al 16 luglio 2019. Scopriamo ora le intenzioni di Trump.

 

Amazon nel mirino di Donald Trump

Il punto focale dell’interesse del Presidente è sicuramente l’appalto da 10 miliardi di dollari per il cloud del Pentagono. Il nome del contratto è Jedi Contract, pagato proprio dal Pentagono con il budget della Difesa americana, di conseguenza i cittadini americani. Per Donald Trump potrebbe essere un inaspettato punto di partenza per forzare politicamente due colossi tecnologici che da sempre sfuggono al suo controllo e che, secondo lui, sono molto fastidiosi.

Leggi anche:  Amazon: prezzi incredibilmente bassi grazie ai codici sconto

Stiamo parlando di Microsoft e soprattutto di AWS, ovvero Amazon, azienda di e-commerce conosciuta in tutto il mondo capitanata da Jeff Bezos, a capo anche del Washington Post che da sempre fa opposizione al Presidente USA. Per questo motivo ieri, quando Trump ha dichiarato che stava seriamente pensando di passare personalmente sotto al microscopio il contratto menzionato precedentemente, la notizia non è sicuramente passata inosservata.

Ecco le parole di Trump: “Non mi sono mai occupato di un dossier con più proteste e lamentele di questo. Stiamo ricevendo moltissime grosse lamentele dalle altre aziende. Alcune delle più grandi aziende al mondo si stanno lamentando con noi“. Ovviamente il Presidente non ha fatto il nome di Jeff Bezos ma il miliardario è stato comunque una costante fonte di stress per Trump.