pannelli-solare-centrale-elettrica--fattoria-solare-facebook-texas

Facebook sta investendo una grossa somma in una azienda agricola solare in Texas mentre si avvicina al suo obiettivo di gestire interamente le energie rinnovabili entro la fine del prossimo anno. La società delle energie rinnovabili Longroad Energy ha iniziato a costruire il progetto Prospero Solar nella contea di Andrews, in Texas.

La Longroad prevede di far funzionare l’azienda l’anno prossimo e si prevede una capacità di 379 megawatt, che sarebbe sufficiente per alimentare quasi 300.000 abitazioni. A 4.600 ettari, sarà una delle più grandi fattorie solari della nazione.

È la prima volta per Facebook

È la prima volta che Facebook investe direttamente in un progetto di energia rinnovabile. Non è chiaro esattamente in che modo è coperto il pacchetto di finanziamento da $ 416 milioni di Facebook, ma ha affermato che sta contribuendo a una porzione “significativa” dei costi totali. La società è l’unico investitore di capitale fiscale per il progetto.

La fattoria venderà parte della sua produzione a Shell, che ha intenzione di rivendere l’energia. Facebook e Shell riceveranno anche crediti d’imposta sulle energie rinnovabili. “Facebook è entusiasta di essere una delle prime aziende a utilizzare un investimento diretto per raggiungere i nostri obiettivi in ​​termini di energie rinnovabili”, ha dichiarato in un comunicato il responsabile della strategia energetica di Facebook, Peter Freed.

Leggi anche:  Facebook: ecco gli italiani che stanno collaborando al progetto Libra

“Ci auguriamo che tali investimenti possano essere una nuova strada per coinvolgere significativamente i progetti, che potrebbe essere più semplice per alcune aziende rispetto a un accordo di acquisto di energia a lungo termine, sbloccando così nuove opzioni per consentire a più organizzazioni di raggiungere i loro obiettivi e far crescere il mercato”.

A partire dallo scorso anno, il 75% degli affari di Facebook è basato sulle energie rinnovabili. Altre grandi aziende tecnologiche operano già con energie rinnovabili o prevedono di farlo. Apple e Google stanno usando compensazioni per cancellare il loro uso di combustibili fossili, sebbene entrambi programmino di funzionare a pieno regime con energia rinnovabile. Molti fornitori di Apple usano anche energia pulita.