Huawei 5G apertura Unione Europea

L’operatore telefonico inglese EE, per in inaugurare il lancio della propria rete 5G in alcune zone della Gran Bretagna, tra cui anche Londra, ha collaborato con la BBC in modo da trasmettere, per la prima volta al mondo, una diretta televisiva sul canale ufficiale dell’ente televisivo, utilizzando esclusivamente la rete 5G. Si tratta quindi di un primato mondiale divenuto possibile grazie all’ausilio di un modem 5G e alla collaborazione del reporter Rory Cellan-Jones. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Streaming sul 5G: la TV incontra internet grazie alla BBC

Nella giornata di ieri, 30 Maggio 2019, è andato in onda per la prima volta in Europa, precisamente sulla BBC inglese, un servizio giornalistico interamente trasmesso in broadcast attraverso la rete 5G da poco installata nella città di Londra. La BBC, in collaborazione con la EE, ha reso possibile questa trasmissione attraverso l’utilizzo di un modem 5G targato Huawei. Ecco di seguito il tweet del giornalista che ritrae l’attrezzatura utilizzata.

Come si può notare sul finale, il dispositivo usato è uno dei diversi modelli 5G di Huawei. Un chiaro segno della supremazia nell’ambito, quindi, che fa tremare il recente ban inflitto da Google nei confronti di Huawei.

Leggi anche:  5G più lento del 4G: ecco cosa rivelano gli ultimi test su Roma

La clip trasmessa in diretta mondiale sui canali della BBC è durata poco più di un minuto ed è stata utile a rendere l’idea del potenziale del 5G grazie al quale la trasmissione è stata veloce e nitida.

In merito alla trasmissione si è espresso anche il CTO della BBC, Matthew Postgate: “Il 5G è un’area veramente interessante da esplorare per noi, poiché ha il potenziale di ridurre i costi e la complessità delle trasmissioni in esterna, e rende molto più semplice raggiungere il pubblico in tempo reale. Internet giocherà un ruolo sempre più grande nelle trasmissioni e noi stiamo sperimentando le tecniche, gli standard e le modalità di lavoro per trarne il massimo vantaggio.”

Se siete interessati quindi alla clip completa, potete collegarvi al seguente link.