DVBT2 decoder gratis

Il 2020 è quasi vicino e tantissime novità sono in arrivo. Una su tutte, ma più negativa del previsto, riguarda il DVBT2. Dal prossimo anno, infatti, tutti coloro che vorranno continuare a fruire dei contenuti televisivi offerti da Rai e Mediaset, dovranno modificare al più presto i loro dispositivi, andando cosi in contro a costi inaspettati.

Il passaggio al nuovo standard televisivo, quindi, sarà d’obbligo per tutti poiché, con l’arrivo del 5G, l’attuale digitale terrestre ha dovuto cedere le sue frequenze per permettere il funzionamento del nuovo standard di rete mobile ultra veloce.

Nonostante aia a tutti gli effetti uno dei problemi più grandi di sempre, come lo fu il primo passaggio al digitale terrestre, è facile notare che, di questa notizia, se ne parli ancora molto poco. A causa di questo silenzio misterioso, si stanno creando moltissime incomprensioni sull’argomento. Cerchiamo quindi di fare chiarezza e rispondere a tutte le domande a riguardo.

Leggi anche:  I Giga Illimitati di Tim, Vodafone, Wind e 3 sono una trovata di marketing

DVBT2: ecco cosa cambia, cosa c’è da sapere e quanto ci costerà il passaggio al nuovo digitale

La domanda che tutti si stanno ponendo è: “Nono sono interessato al 5G, potrò non effettuare il cambio?”. La risposta è no, tutti, a prescindere dalla scelta arbitraria del 5G, dovremo adattarci al nuovo standard televisivo. Ciò significa che, molto presto, si creeranno due possibili scenari:

  • Chi ha un televisore acquistato precedentemente al 2018, e quindi non di ultima generazione, sarà obbligato a cambiarlo o, per ammortizzare i costi, ad acquistare un decoder con supporto al DVBT2
  • Chi ha un televisore di ultima generazione,dovrà semplicemente effettuare una ricerca dei canali.

Inoltre, non è ancora confermato, ma sembra che il governo voglia aiutare i più bisognosi con un bonus di 25 euro (RUMOR)