E’ proprio vero che si naviga meglio col Wi-Fi? Non sempre, o almeno questo è quanto emerge dall’ultimo report di OpenSignal circa le performance delle reti mobile e quelle domestiche.

Il report si basa su oltre 63 miliardi di misurazioni, eseguite dal 5 agosto al 3 novembre dello scorso anno su oltre 7 milioni di dispositivi unici. Ebbene, sembra proprio che in 33 paesi del mondo gli utenti navigano più velocemente da rete dati rispetto a quando sono collegati ad una WiFi.

Come si evince dal grafico appena riportato, nel 41% dei casi analizzati da OpenSignal, la velocità delle reti mobili supera quella del Wi-Fi. In Paesi come l’Australia, il Libano, il Qatar, l’Oman, la Grecia e la Repubblica Ceca, Paesi che aprono questa classifica, la velocità media delle reti mobili supera quella del WiFi di oltre 10 Mbps. Negli altri, invece, le differenze di velocità sono meno marcate.

Nel restante 59% dei casi, dunque, è ancora il Wi-Fi a garantire una velocità di connessione maggiore rispetto quella prevista dalle reti mobile: caso emblematico è quello di Hong Kong. Qui il il WiFi raggiunge una velocità media di 53,3 Mbps, contro i 14,7 della rete mobile.

Leggi anche:  Vodafone: da domani disponibile una nuova offerta per gli over 60

In Italia si naviga meglio col Wi-Fi o con il 4G di Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre?

Dove si posiziona, esattamente, il nostro Paese all’interno di questa classifica?

Ebbene, l’Italia rientra in quel 59% dei casi in cui è ancora il Wi-Fi a garantire una migliore esperienza di navigazione, con una velocità media di 19,9 Mbps contro i 17,4 delle reti mobile di Vodafone, TIM, Wind, Tre e Iliad. Una differenza minima, quindi, ma che comunque segna il primato della rete domestica su quella cellulare.

Se, però, si prende in considerazione la sola rete LTE, allora anche in Italia le reti mobile di Vodafone, TIM, Wind, Tre e Iliad risultano essere più veloci (anche se di poco, di circa 3 Mbps) della rete Wi-Fi.

Intanto, sei curioso di scoprire la reale velocità di connessione che raggiunge il tuo operatore telefonico? Leggi il nostro articolo dedicato!