uber

I gruppi ambientalisti sperano di utilizzare l’IPO di Uber prevista la prossima settimana per evidenziare il contributo che la compagnia dovrebbe dare per affrontare il problema dei cambiamenti climatici e l’aumento delle emissioni di carbonio. Venerdì, il Sierra Club ha presentato una campagna pubblicitaria che esorta Uber e la sua rivale Lyft a frenare l’inquinamento atmosferico passando alle auto completamente elettriche.

La tempistica della campagna pubblicitaria è cruciale: la prossima settimana Uber dovrebbe fare il suo debutto sul mercato pubblico con una valutazione strabiliante di 90 miliardi, rendendola la più grande IPO da quando Alibaba fece il boom nel 2014.

 

Molte cose dovranno cambiare

Per essere precisi, Uber ha resistito per anni a critiche sull’inquinamento e sulla congestione del traffico. E l’azienda ha cercato di affrontare il problema offrendo una vasta varietà di mezzi, tra cui biciclette e scooter,oltre ad integrare la programmazione del trasporto pubblico  e il suo programma di incentivi per convincere i conducenti a passare alle auto elettriche.

Leggi anche:  I diesel di nuova generazione inquinano meno di un auto elettrica

Ma per il 127 ° Sierra Club, questi sforzi non sono all’altezza. “Abbiamo bisogno di vedere piani più audaci da queste aziende che sono valutati a decine di miliardi di dollari”, ha detto Andrew Linhardt, vice direttore di advocacy al Sierra Club. “Possono davvero avere un impatto, soprattutto considerando tutti gli indebiti danni che hanno causato.”

Secondo Bruce Schaller, un consulente di transito che fungeva da vicecommissario per il traffico e la pianificazione a New York, le compagnie come Uber e Lyft raggiungono 5,7 miliardi di miglia di guida all’anno in città come Boston, Chicago, Los Angeles, Miami, New York, Filadelfia, San Francisco, Seattle e Washington, DC.