ban-google

Nella storia di Android non è certo la prima volta che applicazioni pericolose vengono rimosse dallo store. Ma in questo caso Google ha deciso un taglio drastico. Sarebbero infatti quasi 50 quelle che renderebbero il nostro smartphone praticamente inutilizzabile. Moltissimi gli sviluppatori infatti, sfruttano le loro “opere” per arricchirsi in modo scorretto.

Record di ban sul Play Store, le applicazioni pericolose

Lo studio, realizzato da Buzzfeednews, ci mostra una lista di ben 46 applicazioni rimosse recentemente. Le stesse avrebbero inoltre una quantità di download spesso superiore al milione. Mediante le applicazioni, l’ignaro utilizzatore veniva reindirizzato verso siti ricchi di annunci pubblicitari. Questo ovviamente permette allo sviluppatore di guadagnare alle spalle del povero utente.

Le applicazioni inoltre sono inoltre responsabili del rallentamento dei dispositivi sulle quali erano installate. Il produttore incriminato è DO Global, che con una lista di ben 100 applicazioni si è arricchito per anni. Il suo futuro al momento rimane incerto, considerando le ulteriori app che ha ancora presenti sullo store. Non è escluso che nei prossimi giorni Google proceda ad ulteriori ban.

Leggi anche:  Huawei chiede aiuto all'Europa, si combatte contro il BAN di Google

La lista completa purtroppo non è più presente sul sito, ma abbiamo comunque trovato il modo di portarvi alcuni nomi. Utilizzando infatti il report della scorsa settimana, unito a quello del 27 Aprile siamo riusciti a trovare qualcosa. Alcune di queste applicazioni sarebbero:  Omni Cleaner, Selfie Camera, AIO Flashlight, Smart Cooler, Total Cleaner, RAM Master, Crashy Cops e Photo Editor – Makeup Camera & Photo Effects.

Sembra praticamente certo che questa lista sia destinata ad allungarsi. Si tratterebbe quindi del ban più grosso nella storia di Google. Rimanete sintonizzati per i futuri aggiornamenti.